Il PPTR ha voluto implementare nel corso della sua redazione diversi progetti integrati di paesaggio sperimentali che hanno avuto la funzione di testare a livello locale sia gli obiettivi generali che i progetti territoriali del piano su diversi tematismi. Essi comprendono, dalla costruzione di mappe di comunità alla progettazione di corridoi ecologici, alla promozione di parchi agricoli multifunzionali, alla bonifica ambientale di aree degradate quali le cave, alla progettazione di aree industriali ecologicamente attrezzate, alla riqualificazione delle voragini naturali e degli antichi sistemi di raccolta delle acque piovane, a progetti di copianificazione con l’Ente Parco Nazionale dell’Alta Murgia, alla messa a punto di un regolamento comunale tipo. Questa attività di implementazione di progetti pilota in grado di ingenerare nuovi approcci integrati, paesaggisticamente ed ecologicamente coerenti con gli obiettivi del PPTR, è continuata e continua a piano approvato e a seconda delle risorse che si riescono ad allocare propone bandi tematici inerenti la realizzazione di interventi coerenti con lo scenario del piano. Con il Programma Regionale per la Tutela dell'Ambiente «Azioni di Tutela della biodiversità nel sistema per la conservazione della natura», la Regione Puglia intende dare attuazione al Progetto Strategico “La rete ecologica” con la realizzazione del “Corridoio ecologico del fiume Cervaro”, già progetto pilota del PPTR; Con i Fondi europei di sviluppo regionale (FESR) si è data attuazione ad vasta programmazione di interventi di Rigenerazione Urbana e Territoriale costruita in coerenza con gli obiettivi generali e specifici del PPTR; I progetti integrati di paesaggio sperimentali hanno consentito di attuare verifiche puntuali degli obiettivi generali del piano nelle diverse fasi della sua elaborazione, contribuendo a chiarire e sviluppare gli obiettivi stessi, a mobilitare attori pubblici e privati, a indicare strumenti di attuazione. A partire dalle proposte tematiche contenute nel Documento Programmatico, sono stati proposti da attori territoriali su specifici temi, valutati dalla Regione e attivati attraverso Protocolli d’intesa. I progetti integrati di paesaggio sono proposti nella disciplina del piano come una delle forme permanenti di attuazione del piano stesso. Tra i progetti integrati di paesaggio sperimentali attivati nel corso dell’elaborazione del PPTR sono inserite le schede delle Mappe di Comunità relative al Salento, alla Valle d’Itria, alla Capitanata. I progetti integrati di paesaggio fino a ora attivati sono:

  • Mappe di Comunità ed Ecomusei della Valle del Carapelle;
  • Mappe di Comunità ed ecomusei del Salento;
  • Mappe di Comunità ed Ecomuseo di Valle d’Itria;
  • Le porte del parco fluviale del fiume Ofanto,il Patto per la bioregione e il Contratto di fiume;
  • Progetto di Corridoio Ecologico multifunzionale del fiume Cervaro;
  • Valorizzazione del tratto pugliese del tratturo Pescasseroli-Candela;
  • Recupero di un tratto del tratturo di Motta Montecorvino
  • Progetto di parco agricolo multifunzionale dei Paduli di San Cassiano;
  • Conservatorio botanico "I Giardini di Pomona" (Cisternino): interventi di recupero, conservazione e valorizzazione dell'agrobiodiversità e del paesaggio;
  • Regolamento edilizio del comune di Giovinazzo
  • Progetti di copianificazione del piano del Parco Nazionale dell’Alta Murgia;
  • Progetto per una rete della mobilità lenta a servizio del territorio del Parco Nazionale;
  • Recupero di Torre Guardiani in Jazzo Rosso in agro di Ruvo;
  • Progetti con la Provincia di Lecce di Riqualificazione delle voragini naturali e riqualificazione paesaggistica delle aree esterne e dei canali ricadenti nel bacino endoreico della valle dell’Asso per la fruizione a fini turistici;
  • Bonifiche ambientali, recupero aree degradate di cave dismesse della provincia di Lecce.

 

 

Condividi questa pagina

Vuoi ricevere gli aggiornamenti da paesaggiopuglia.it?