Le Norme Tecniche di Attuazione (NTA) del PPTR prevedono la possibilità di adeguare e monitorare il Piano (art. 104 delle NTA).

Se sei un soggetto interessato, puoi indicare luoghi famosi o ignorati, storici o contemporanei non ancora censiti dal PPTR, o proporre rettifiche di beni e luoghi erroneamente localizzati o perimetrati.

 

 
(Estratto dell'art. 104 dell NTA):
 
PIANO PAESAGGISTICO TERRITORIALE REGIONALE (PPTR)
NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE
Testo coordinato con le modifiche introdotte dalla D.G.R. n 2022 del 29/10/2013
 
TITOLO VII
ADEGUAMENTO E MONITORAGGIO
 
CAPO II
MONITORAGGIO
 
Art. 104 Aggiornamento e revisione
  1. Ove emergano errate localizzazioni o perimetrazioni dei beni paesaggistici e degli ulteriori contesti di cui all'art. 38, i soggetti interessati possono proporre rettifiche degli elaborati del PPTR sulle quali si pronuncia la conferenza di servizi in sede decisoria ai sensi della legislazione vigente sul procedimento amministrativo indetta dal Comune interessato entro quindici giorni dall'istanza. Alla conferenza partecipano la Regione e, qualora si tratti di beni paesaggistici, gli uffici ministeriali competenti ai sensi del Codice, oltre che i soggetti pubblici e privati che possono fornire utili contributi ai lavori.
  2. I lavori della conferenza devono concludersi, secondo il calendario fissato nella prima seduta, entro il termine perentorio di venti giorni. Nella prima seduta, l’Ente procedente o il soggetto interessato sottopone alla conferenza documentazione idonea a dimostrare l'errata localizzazione o perimetrazione e a proporre le necessarie rettifiche.
  3. Gli esiti dei lavori della conferenza sono recepiti negli elaborati del PPTR a cura dell’Osservatorio entro trenta giorni dalla trasmissione, dandone evidenza sul sito web interattivo della Regione Puglia di cui all’art. 15 e con avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione. La giunta regionale prende atto dell’aggiornamento del PPTR ai sensi dell'art. 2, comma 8, della L.r. 7 ottobre 2009, n. 20.
  4. La necessità di sottoporre il PPTR a revisione, sia che si tratti di misure correttive sia che si tratti variazioni ex art. 2, comma 8, della L.r. 7 ottobre 2009, n. 20 “Norme per la pianificazione paesaggistica” dovrà prendere avvio da una apposita valutazione degli indicatori di monitoraggio, argomentando in modo specifico le interrelazioni tra gli esiti del monitoraggio stesso e le modifiche che si intendono apportare.
  5. In sede di accordo ai sensi dell’art. 143, comma 2, del Codice sono stabiliti i presupposti, le modalità ed i tempi per la revisione del piano, con particolare riferimento all'eventuale sopravvenienza di dichiarazioni emanate ai sensi degli articoli 140 e 141 o di integrazioni disposte ai sensi dell'articolo 141-bis, le quali, comunque, ai sensi dell'art. 140, comma 2 del Codice costituiscono parte integrante del PPTR.

Condividi questa pagina

Vuoi ricevere gli aggiornamenti da paesaggiopuglia.it?