Nel 2010 l'Italia si è dotata della Strategia nazionale per la biodiversità, che si pone comestrumento d’integrazione delle esigenze di conservazione e di uso sostenibile della biodiversitànelle politiche di settore.

Il 21.12.2011 la Regione Puglia ha sottoscritto con il Ministero per l’Ambiente il protocollod’intesa per l’avvio delle attività degli osservatori regionali per la Biodiversità in attuazione dellaStrategia Nazionale per la Biodiversità.

Con D.G.R. n. 538 del 20 marzo 2012 la Regione ha attribuito le funzioni dell’Osservatorio per labiodiversità all’Ufficio Parchi e Tutela della biodiversità con funzioni conoscitive e propositive perla conservazione, fruizione e valorizzazione della biodiversità e del patrimonio ambientale dellaRegione e dei caratteri identitari di ciascun ambito del territorio regionale

Le attività dell'Osservatorio

L’attività principale dell’osservatorio è promuovere la condivisione e la diffusione della conoscenza sulle diverse componenti della biodiversità, a supporto degli enti gestori delle aree protette, degli istituti di ricerca e dei singoli cittadini in sinergia con la Strategia Nazionale per la Biodiversità.

Il portale regionale dell'Osservatorio

Tutte le attività previste dall’Osservatorio per la Biodiversità Regionale saranno implementate nelle diverse sezioni del portale regionale:

  • Scoprire la biodiversità in Puglia con un focus sul quadro dello stato di attuazione degli strumenti normativi e delle
    iniziative che hanno come scopo la conservazione delle risorse naturali a livello regionale.
  • Conoscere la biodiversità in Puglia attraverso la condivisione di informazioni qualitative e quantitative sulle
    diverse componenti della biodiversità nella regione Puglia, a partire dalla diversità genetica, fino alla descrizione
    delle peculiarità della fauna, della flora, degli ecosistemi e del paesaggio.
  • Conservare la biodiversità in Puglia attraverso le principali iniziative istituzionali intraprese a livello regionale e
    locale che hanno come quadro di riferimento la Strategia Nazionale per la Biodiversità. Particolare attenzione
    sarà dedicata alle attività che svolgono le aree protette regionali, alla tutela dell’ecosistema marino e terrestre.
  • Scoprire le aree naturali della Puglia con l’obiettivo di consentire a tutti la scoperta dell´immenso patrimonio di
    natura, cultura e paesaggio della Puglia. Per ogni area protetta regionale, così come per i due parchi nazionali e le
    riserve dello stato, saranno visualizzabili mappe e schede comprensive di tutte le informazioni utili per il visitatore.
  • Rete Natura 2000 dedicata agli strumenti e alle politiche di conservazione comunitari, a partire dalla Strategia
    dell’Unione Europea per la biodiversità fino al 2020, fino ai programmi e normative settoriali, con uno speciale
    approfondimento sui principali strumenti operativi messi in campo dall’Unione Europea per la conservazione della
    biodiversità, rappresentati dalle Direttive “Uccelli” e “Habitat”.
  • Geodatabase interoperabile con le altre banche dati (Minambiente, ISPRA, Lifewatch, ecc.) dove confluiranno tutti
    dati di ricerca, monitoraggio e conservazione della biodiversità pugliese suddivisi per habitat, specie e tematiche
    specifiche come le attività di fruizione della biodiversità o settoriali come la gestione di specie aliene

Il Network Regionale della Biodiversità

Il network regionale della biodiversità, attraverso l’aggregazione dello stato attuale delle conoscenze sulla
biodiversità in Puglia, si prefigge di rendere disponibili i dati sulla biodiversità per la ricerca pura, per quella applicata,
per l’educazione e per la formazione.

Inoltre attraverso il network si cerca di promuovere l’utilizzo di standard comuni per la produzione, la certificazione,
la meta-datazione, la condivisione e la pubblicazione dei dati scientifici e di rappresentare uno strumento regionale
strategico per decisioni politiche informate, che possano garantire un uso sostenibile delle risorse naturali per la
Regione Puglia.

Il Focal Point del Network Nazionale della Biodiversità

Per questo la Regione Puglia attraverso l’Osservatorio regionale della biodiversità ed alla banca dati sulla biodiversità
che sta costruendo negli ultimi anni con vari progetti si è candidata a diventare Focal Point del Network Nazionale
della Biodiversità.

Essere Focal Point è una prerogativa soprattutto degli enti pubblici ed in particolare per le regioni che sono, come
vocazione statutaria, direttamente implicati nelle attività di raccolta dati e monitoraggio della biodiversità.

In particolare diventare Focal Point del NNB implica:

  • disporre di un adeguato parco hardware, ovvero di Server in grado di permettere la pubblicazione in rete di
    database relativi a dati primari di biodiversità con l'uso del Protocollo BioCASE e del Concept Mapping
    Configuration (CMF);
  • garantire la costruzione di un nodo del database distribuito nazionale di dati primari di biodiversità, secondo il
    protocollo BioCASE;
  • garantire la permanenza in rete di tale nodo senza soluzione di continuità, fatti salvo problemi tecnici, per un
    periodo di tempo non inferiore ai due anni;
  • fornire assistenza di base, qualora richiesta dagli Enti Cooperanti, per problemi concernenti la messa in
    interoperabilità del proprio database, la gestione di un nodo distribuito costruito secondo il protocollo BioCASE, e
    la mappatura di database locali secondo il CMF ABCD;
  • ospitare presso il proprio parco hardware altri database di dati primari di biodiversità, qualora richiesto da Enti
    Cooperanti sprovvisti di adeguato parco hardware.

SistemaNaturaPuglia                                   Stemma PUGLIA pptr RGB 01                                  Natura2000

Condividi questa pagina

Vuoi ricevere gli aggiornamenti da paesaggiopuglia.it?